IA & Articolo 3: progetto educativo tra scienza e cittadinanza

L'intelligenza artificiale e la Costituzione italiana

di Pietro Monari

 

L’intelligenza artificiale è ormai integrata nella nostra vita quotidiana e la forte pervasività degli strumenti digitali che utilizziamo sta stimolando molte riflessioni sul piano etico. 

 

A partire da queste riflessioni abbiamo dato vita a un progetto educativo che incentiva il pensiero sistemico e critico sui temi della cittadinanza e della tecnologia, partendo dalla ricerca e dall'analisi di situazioni in cui i sistemi di intelligenza artificiale hanno suggerito o preso decisioni in contrasto con l’articolo 3 della Costituzione Italiana.

 

Il progetto mi è piaciuto molto perché ha toccato degli argomenti per me molto importanti. Ho imparato tantissime cose nuove e ho anche potuto approfondire altri temi su cui ero già abbastanza informata, come il razzismo e la discriminazione di genere.” - Teresa

 

 

 

 

 

Questi sono alcuni dei prodotti finali che gli studenti hanno realizzato in merito al nostro progetto sperimentale su intelligenza artificiale (IA) e Costituzione Italiana.

Di cosa si tratta?

 

 

Educare alla cittadinanza

 

Il progetto "IA e Costituzione" nasce dalla passione per la Costituzione Italiana di Roberta, una professoressa di diritto ed economia che lavora presso un Istituto Statale Tecnico Economico, dalla necessità diffusa di trattare il tema della discriminazione e del pregiudizio dell’IA con un sistema di valori condiviso, rappresentato in primis dalla Costituzione Italiana. 

 

Oltre a Roberta, alla co-creazione del progetto ha partecipato anche Serena, professoressa di informatica dello stesso istituto, che, nel 1996, aveva realizzato la tesi di laurea sulle reti neurali. La creazione di questo progetto sull'IA, in ottica di competenze di cittadinanza, le ha fatto riaffiorare moltpensieri e dubbi legati all’utilizzo di questa tecnologia, questioni che rimangono ancora oggi terreno di confronto e scambio. 

 

 

Parliamo di diritti e discriminazioni
 

Il progetto è costruito seguendo la metodologia didattica proposta nel Libro bianco De arte intelligendi ed è un mix di attività a metà strada tra l'hackathon e il project work; questo approccio consente di unire la dimensione di competizione e di creatività alla necessità di produrre un prodotto, il podcastdelimitando un terreno di gioco in cui si sviluppano competenze specifiche, come raccontare commentare un evento in cui l’IA ha mostrato comportamenti discriminatori.  

 

Il format del progetto si compone di quattro fasi: 

1- introduzione teorica su articolo 3 della Costituzione Italiana e intelligenza artificiale 
2- lancio della sfida 
3- elaborazione del podcast 
4- ascolto e valutazione dei podcast realizzati 

 

fase 1

Nella prima fase si prepara il contesto per fornire un punto concettuale di partenza condiviso, necessario a costruire le riflessioni e il commento all’evento discriminatorio. Successivamente, il lancio della sfida consiste nel momento in cui si presentano gli obiettivi e le competenze coinvolte nell’attività di progettazione e realizzazione del podcastnecessarie per definire gli indicatori di valutazione condivisi. 

 

 

info_EDU_IA_Cost_bn-min

 

fase 2 e 3

Dopo il lancio della sfida, la classe, divisa in gruppi, procede alla creazione dei podcast cercando online situazioni in cui l’utilizzo dell’IA è entrato in contrasto con l’articolo 3 della Costituzione Italiana. In questa fase si sviluppano competenze digitali, linguistiche e di pensiero critico, necessarie a finalizzare la ricerca di informazioni nel mare magno del WorldWideWeb e a realizzare uno script che descriva l’evento scelto e lo commenti, con riflessioni personali che aiutino a superare il dualismo da social “mi piace/non mi piace”.  

 

fase 4

La fase finale di ascolto e valutazione dei podcast realizzati è il momento chiave del progetto, perché si sperimenta la difficoltà di valutare un elaborato multidisciplinare, convertendo le percezioni qualitative in numeri, incasellati nelle categorie pre-definite dagli obiettivi. Per condividere questa esperienza, si ascolta insieme il podcast e, subito dopo, si compila “a caldo” il questionario di valutazione per raccogliere i voti della giuria docenti (mix di docenti ed esperti esterni) e della giuria "popolare" (gli studenti stessi).

 

Al termine del progetto, io e i docenti siamo rimasti davvero colpiti dalla qualità del lavoro svolto e dai commenti che gli studenti e le studentesse hanno scritto per valutare l’intero progetto. Di seguito ti riporto alcuni di questi commenti, mentre qui puoi ascoltare gli altri podcast realizzati. 

 

 

Mi è piaciuto molto collaborare con i miei compagni,

che non pensavo interagissero così tanto, poi

ascoltare i vari podcast, che devo dire sono

venuti meglio di quanto mi aspettassi. Ho

sicuramente approfondito le mie conoscenze

riguardanti l'intelligenza artificiale, ho imparato

a fare un podcast, cosa che non avevo mai fatto

ma neanche mai ascoltato prima.

 

- Sofia 

 

Il progetto mi è piaciuto. Ho imparato che certi

argomenti proposti dagli altri studenti non li

dovrei ascoltare se no finirei per arrabbiarmi

fin troppo. Altri invece si sono discostati dal

pensiero di massa e sono stati molto sinceri

ed originali.

 

- Pietro 

 

Ho imparato l'articolo 3 della costituzione,

qualcosa in più riguardo l'intelligenza artificiale,

ambito che non avevo mai avuto l'occasione

di approfondire, e lavorare in gruppo. 

 

- Giada 

 

Il progetto partiva da una premessa molto

interessante e proponeva un modo innovativo

per affrontare la tematica designata. Ho imparato

diverse cose, a partire da cos'è l'intelligenza

artificiale sia a livello teorico che pratico,

la vastissima applicazione di essa in svariati

campi, le disuguaglianze che l'AI comporta.

 

- Francesco

 

 

***

 

L’obiettivo principale di questo progetto di scienza e cittadinanza è quello di creare podcast su tutti gli articoli della nostra Costituzione.

 

Hai in mente dei suggerimenti? Ti piacerebbe contribuire a diffondere questo progetto? Scrivimi: edu@ammagamma.com

 

 

Se invece desideri conoscere altri progetti educativi, ti invito a dare un'occhiata alla nostra pagina Education.